Il Governo Indiano chiede un quadro normativo per il Bitcoin

 
Un comitato di alto livello suggerisce misure per affrontare la tutela dei consumatori del riciclaggio di denaro e altro ancora…

Il governo dell’India ha annunciato un comitato interdisciplinare presieduto dal segretario speciale (dipartimento degli affari economici) per esaminare il quadro esistente delle criptovalute come il bitcoin. Esso comprende rappresentanti dal dipartimento dei servizi finanziari, dipartimento delle entrate, Ministero dell’interno, Ministero di elettronica e tecnologia dell’informazione, Reserve Bank of India, NITI Aayog e State Bank of India.

Il comitato valuterà, entro 3 mesi, lo stato attuale delle criptomonete sia in India e nel mondo; esaminare le strutture legali e normative globali esistenti; proporre misure per affrontare le questioni relative alla tutela dei consumatori e riciclaggio di denaro. 

Le risorse digitali e la Blockchain Foundation in India (DABFI), un’associazione di aziende indiane di bitcoin, cryptocurrency e blockchain, ha accolto la mossa.

Chiediamo che il Comitato ci darà l’opportunità di mostrare i vantaggi di questa tecnologia per il nostro paese.

“Abbiamo visto che in paesi dove i governi sono usciti con un’autoregolamentazione politica, ha creato un ambiente per i bitcoin / blockchain e tecnologia per crescere, questi paesi sono diventati l’epicentro per l’innovazione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Spelling error report

The following text will be sent to our editors: